sabato 8 gennaio 2011

Mare







Onde infuriate si frangono sugli scogli perplessi

La sabbia intimidita si arrende
Lasciandosi trascinare via
La furia dilania la mia anima
L’eco del suo canto non più melodioso
Mi scoppia nella mente
Il sole è troppo pallido
Per darmi calore
Aspetterò qui la bassa marea