giovedì 2 dicembre 2010

E...




….e all’improvviso il fuoco illuminò
 il cielo che tutto avvampò come una donnina al primo appuntamento.
 Le barche, sospese sull’acqua calma e sonnolenta,
 si mossero incuriosite e iniziarono a dondolare,
 il gabbiano agitò le ali infastidito
, ma subito tornò a cullare i suoi sogni ricchi di dolci bocconi.
 L’uomo, che nulla aveva visto, nulla aveva immaginato,
 si rigirò tra le lenzuola pensando
 ad un alito di vento entrato dalle finestre socchiuse,
 mentre la magia sorridendo svaniva…..